Personale del carcere

Il personale che opera negli Istituti di pena è sottoposto ad un lavoro molto faticoso, in condizioni di sovraffollamento, di stress connesso alla gestione di Reparti spesso molto complessi (agiti aggressivi, convivenze etniche faticose, stati depressivi…) e di deterioramento ambientale; il personale sanitario-educativo (psicologi, psichiatri, educatori) e il corpo degli agenti di polizia costituiscono un grande patrimonio di risorse che, se ben utilizzate, possono davvero fornire strumenti idonei al recupero delle persone detenute, alla prevenzione di gravi stati mentali, dell’autolesionismo, del suicidio e alla riduzione della recidiva.
In Italia, l’offerta di corsi dedicati al benessere mentale e atti a fornire strumenti idonei alla gestione delle dinamiche comportamentali è, però, piuttosto scarsa e costituisce certamente un settore che merita un ampliamento sia teorico che operativo.
La Onlus ha promosso due percorsi, di cui uno tutt’ora in corso: a Milano Bollate e a Treviso.

Milano Bollate

A partire dalla richiesta di un agente di polizia penitenziaria, nel 2013 si è tenuto un corso di 8 settimane per agenti e per educatori, “Riduzione dello stress e dei conflitti attraverso la pratica della consapevolezza” ispirato al protocollo MBSR di J. Kabat Zinn e riadattato alle esigenze contestuali.

Treviso

Attivo dagli inizi del 2015 un corso settimanale per agenti di polizia penitenziaria ed educatori.

Annunci